Z/EXPANSION: un nuovo punto di vista sul trattamento del paziente dislipidemico

Registrati compilando il form sottostante.

INIZIO

20 Giugno 2018

FINE

INDIRIZZO

Hotel Fior - Via dei Carpani, 18 31033 Castelfranco Veneto (TV)   VEDI MAPPA

Categoria

2018

Z/EXPANSION: un nuovo punto di vista sul trattamento del paziente dislipidemico

Sede congressuale
Hotel Fior – Via dei Carpani, 18
31033 Castelfranco Veneto (TV)

Iscrizione
Corso a numero chiuso: 30 partecipanti.
Iscrizione su invito diretto dello sponsor o online tramite il form sottostante.

Razionale

L’ipercolesterolemia ed il diabete mellito rappresentano due tra i più importanti fattori di rischio cardiovascolare e sono i principali responsabili della progressione aterosclerotica.
La riduzione della colesterolemia è ormai un mezzo consolidato per ridurre gli eventi cardiovascolari.
Le statine rappresentano da tempo il “gold standard“ nel trattamento della ipercolesterolemia e la loro efficacia e’ ormai ben definita da numerosi trial.
Questi farmaci sono però gravati da fenomeni di intolleranza di tipo mialgico talora associati ad incremento di CPK. È evidente che un elevato incremento di questo enzima presuppone la sospensione del farmaco ma anche in condizioni di normalità di CPK talora il fenomeno mialgico riduce fortemente la qualità della vita del paziente.
Da ciò consegue che il dosaggio della statina deve essere ridotto o addirittura la statina deve essere sospesa.
In tutti questi pazienti un farmaco come ezetimibe, caratterizzato da un differente meccanismo d’azione e con un diverso profilo di tollerabilità, rappresenta una significativa opportunità. Ezetimibe rappresenta, infatti, una terapia alternativa, ma può anche consentire il ricorso a dosi più contenute e maggiormente tollerabili di statina.
Oltre ad un profilo di tollerabilità particolarmente favorevole, un altro vantaggio di ezetimibe è rappresentato dall’assenza di interazioni con la maggior parte dei farmaci, inclusi quelli più spesso impiegati nei pazienti cardiopatici.
La finalità di questo convegno è, dunque, di mettere in evidenza come la riduzione del colesterolo rappresenta il cardine essenziale nella prevenzione e nel rallentamento della progressione aterosclerotica L’utilizzo delle statine rimane il cardine dell’approccio terapeutico ma la possibilità di utilizzo di vie alternative (in singolo od in associazione con la statina) sarà un ulteriore passo in avanti nel migliorare l’approccio terapeutico della malattia cardiovascolare ed in particolar modo per il soggetto diabetico.
Il progetto si propone di migliorare le conoscenze dei discenti sulla gestione del paziente dislipidemico con una nuova prospettiva in tema di prevenzione cardiovascolare.

SCARICA IL PROGRAMMA

Registrati compilando il form sottostante.

I suoi dati